DEGLI OCCHI E DEL CUORE

Siamo giunti con grande soddisfazione all’inizio dell’evento “DEGLI OCCHI E DEL CUORE – PER LE CARRERE ALLA RICERCA DEL BUONO E DEL BELLO”  che si terrà il giorno 9 e 16 ottobre nel Comune di Dugenta, nell’ambito del progetto finanziato con il POC 2014-2020 linea programmatica 2.4.

Il progetto fortemente voluto dal Sindaco Clemente Di Cerbo e dall’Amministrazione che propone la promozione del territorio e della realtà rurale e che lo caratterizza in modo assolutamente nuovo, sotto la regia di Cosimo D’Avico in collaborazione con Marcello Ciervo.

Riscoprire l’ambiente rurale in modo non convenzionale attraverso un percorso di trekking che appaghi i cinque sensi con sensazioni diverse ma legate dal filo unico della vita contadina e dallo stretto cordone ombelicale con le bellezze dell’ambiente che le circonda, mediante esperienze sensoriali in cui arte, natura e spettacolo si fondono in una esperienza unica, questo il concetto ispiratore delle manifestazioni legate al progetto classificatori tra i primi trenta approvati in compagnia di eventi di elevato livello e di consolidata tradizione. Non la solita manifestazione festaiola, dunque, ma una kermesse autentica e diversa in cui il pubblico andrà alla ricerca di tradizioni culturali e culinarie, di laboratori gustativi, di installazioni artistiche attraversando le antiche carrere e le fattorie fino al grande spettacolo di chiusura nella corte del castello medioevale in cui si fonderanno aria, acqua, terra e fuoco in un originale spettacolo di luci e suoni.

Si esibiranno nella serata del 9 ottobre lo chef Giuseppe Iannotta con uno show cooking reinterpretando i prodotti del territorio ed in seguito l’artista emergente Fiorenza Effe in “io e il mondo che vorrei” mentre il 16 ottobre concerto Rita Forte in “Rita incanta Napoli” con conclusione finale di laser, fuochi artificiali e grandi proiezioni tridimensionali sulle mura della corte e della torre nel centro storico.

 Vi aspettiamo dunque coi sapori, profumi e la schietta ospitalità dei dugentesi e l’augurio che la nostra terra sia… degli occhi e del cuore.